Perché questo progetto Romana?

Come e perché è nato questo progetto?

L’idea di questo progetto è nata quando nel 2017 mi è stato chiesto di scrivere un contributo per la rivista gender/sexuality/italy 4 (2017) sullo stato dell’arte dei girlhood studies in Italia (il titolo dell’intervento è Girls and the Media: Girlhood Studies Agenda and Prospects in Italy). In quello stesso numero anche Danielle scriveva sulla prospettiva dei girlhood studies in Italia e ci siamo conosciute e confrontate a distanza. Da qui è nata l’idea di collaborare e di pensare ad una ricerca in cui unire la sua esperienza di studio sui testi mediali e la mia di ricerca sulle audience.

Quale speri sia l’impatto di questo progetto?

Questo tipo di progetti per la centralità del tema hanno almeno due obiettivi: il primo è quello di fare un passo avanti nella riflessione sui girlhood studies anche alla luce delle trasformazioni più recenti del sistema mediale che hanno prodotto un aumento finora imprevedibile dell’offerta di contenuti per il target adolescenziale, una moltiplicazioni  di rappresentazioni appropriabile dalle audience così come una più ampia circolazione di discorsi delle audience sui temi legati al gender. Il secondo obiettivo è quello di rendere partecipi di questo progetto le protagoniste di questo progetto, creando con le scuole coinvolte attività di engagement e partecipazione per favorire una reale presa in carico dei risultati della ricerca e promuovere una maggiore consapevolezza su questi temi.

Con quale film o serie tv sei cresciuta?

Forse la serie tv che più ha caratterizzato la mia adolescenza è stata Beverly Hills 90210. é singolare che dopo molti anni mi occupi di serie tv adolescenziali come studiosa.

Qual è il tuo film o serie tv preferita sull’adolescenza femminile?

É difficile individuarne una sola e comunque si tratta di serie recenti non legate quindi alla mia biografia: ho molto amato The End of the Fucking World, Euphoria, The Queen’s Gambit, Skam.

Quale film o serie tv che conosci consiglieresti a te stessa da giovane?

Sicuramente Sex Education!